I numeri della XV Assemblea nazionale Ac e dell'Incontro con papa Francesco - Roma, 30 aprile 3 maggio 2014

Versione stampabileVersione stampabile

XV Assemblea nazionale dell’Azione Cattolica Italiana

Incontro con Papa Francesco

 

Persone nuove in Cristo Gesù

Corresponsabili della gioia di vivere

(30 aprile/3 maggio 2014 - Roma, Domus Pacis, via di Torre Rossa, 94)

Comunicato n. 2

 

800 delegati, 250 uditori e 80 ospiti provenienti da diversi Paesi

7000 presidenti parrocchiali e assistenti di Ac provenienti da tutta Italia

 

Da mercoledì 30 aprile a sabato 3 maggio 2014 si terrà a Roma, presso la Domus Pacis, in via di Torre Rossa 94, la XV Assemblea nazionale dell’Azione Cattolica Italiana, con a tema: “Persone nuove in Cristo Gesù. Corresponsabili della gioia di vivere”.

Circa 800 i delegati provenienti da tutte le diocesi d’Italia, chiamati ad eleggere il nuovo Consiglio nazionale dell’Associazione per il triennio 2014/2017. Nutrito anche il gruppo degli uditori (250) e quello degli ospiti (80), provenienti da diversi Paesi, non solo europei. Nell’Assemblea nazionale, come in tutte le assemblee territoriali che l’hanno preceduta, si sperimenta appieno e si realizza l’indole democratica dell’Ac, in quanto è proprio qui che i responsabili a tutti i livelli, con background socio-culturali e associativi differenti, hanno l’opportunità di confrontarsi per tracciare le linee progettuali che orienteranno il cammino futuro dell’Azione Cattolica e di esercitare il proprio diritto di voto per eleggere coloro che saranno chiamati a ricoprire cariche direttive per il prossimo triennio.

L’assise si concluderà con l’Incontro con Papa Francesco nell’Aula Paolo VI, sabato 3 maggio. Oltre ai delegati alla XV Assemblea nazionale Ac, vi prenderanno parte più di 7000 presidenti parrocchiali e assistenti di Azione Cattolica provenienti dalle chiese locali di tutto il Paese.

Diverse le direttrici su cui muoveranno i lavori della XV Assemblea: la dimensione dell’incontro, il dialogo tra le generazioni, l’attualità della “scelta religiosa”, il servizio alla “città” e al paese, lo sviluppo del Forum internazionale di Ac (Fiac), il ruolo insostituibile degli assistenti. Un impegno nello stile del Concilio Vaticano II, come laici fedeli e corresponsabili della vita e della missione evangelizzatrice della Chiesa. Il cammino intrapreso sulle orme di Papa Francesco, per essere cristiani che si adoperano affinché il regno di Dio sia già oggi visibile su questa terra.

I lavori assembleari saranno presieduti da Emilio Inzaurraga, Presidente nazionale Ac Argentina e Coordinatore Segretariato Fiac. È prevista la partecipazione del card. Pietro Parolin, Segretario di Stato Vaticano, del card. Angelo Bagnasco, Presidente della Cei e arcivescovo di Genova, mons. Nunzio Galantino, Segretario generale della Cei e vescovo di Cassano allo Jonio, mons. Domenico Sigalini, presidente della Commissione episcopale per il laicato e vescovo di Palestrina, Paola Dal Toso, Segretaria generale della Cnal.